MARCATTILII VALENTINO

Executive Chef del ristorante San Domenico di Imola, premiato dalla prestigiosa Guida Michel con due stelle. Nasce a Mosciamo Sant’Angelo (Te) nel 1954. Si trasferisce a Imola con la famiglia nel 1960. Inizia giovanissimo a 16 anni al ristorante San Domenico come aiuto di Nino Bergese con cui collabora per ben 7 anni, fino alla morte del maestro. Inizia da questo momento una serie di stages presso i più rinomati ristoranti di Francia: l’Auberge de l’Ile, Troisgros, Madame Point, Vergé. Al suo ritorno assume la direzione delle cucine del ristorante San Domenico, del quale ora è anche comproprietario. Da questo momento Valentino propone una cucina che unisce grande rispetto per la tradizione, freschezza dei prodotti del territorio, rigore e semplicità di preparazione a un’efficiente organizzazione. Introduce, per la prima volta nella ristorazione italiana, l’idea di “cucina di casa” che fino ad allora era stata custodita entro le spesse mura delle dimore patrizie. Iniziano così le consulenze internazionali. Nel 1988 collabora con la società Barilla per la realizzazione di una nuova linea di condimenti per la pasta. Partecipa e conduce programmi per BBC e World Class (Channel 4). Nel giugno del 1988 il ristorante San Domenico apre a New York al 240 di Central Park South. Valentino assume la direzione delle cucine come excutive chef. In luglio Brian Miller, critico del New York Times, gli assegna 3 stelle, riconoscimento che non aveva mai dato prima a un ristorante italiano. Nello stesso anno la rivista Exquire Magazine definì il Ristorante San Domenico “the best of the Year”, il miglior ristorante italiano in USA.

87 - A pranzo al ristorante San Domenico - chef Marcattilii e chef Mascia